REGOLAMENTO

1° TORNEO DI TIRO ALLA FUNE – REGOLAMENTO

La fune deve essere di lunghezza di 16 metri, e il diametro di 3 centimetri.
I concorrenti saranno 4 (quattro) per parte. Una squadra può tirare anche con meno di 4 concorrenti.
E’ stabilito un limite di peso di 500Kg, cui va sommata una tolleranza di 5 kg.
Ogni tiratore deve essere pesato in tenuta da gara e senza le scarpe. La pesatura sarà effettuata al momento dell’iscrizione, a verificare i pesi può assistere un rappresentante di ogni squadra.
La bilancia verrà fornita dall’organizzazione; dovrà essere precisa e il peso di ogni tiratore verrà punzonato su fotocopia di un documento valido.
Nessuno, ad eccezione del capo corda, potrà avvolgersi la fune né al corpo, né alle braccia, ecc.
Non si può modificare la fune (ad esempio con nodi, cappi, ecc.)
La distanza tra le due squadre è di 4 metri; entrambe le squadre si troveranno quindi a 2 metri dal punto di mezzo della corda.
La vittoria andrà a chi delle due squadre riuscirà a trascinare il “fiocco” (o nastro, che dir si voglia) fino a fargli oltrepassare la linea centrale dei due metri.
Il tiro dovrà essere di forza in modo uniforme per cui non è consentito il tiro a ‘strappi”. In tal caso la squadra che effettuerà la scorrettezza sarà considerata perdente della tirata stessa, potendo accedere alla tirata successiva o ad aggiudicarsi i punti da lei raggiunti. E’ vietato l’uso di sostanze antiscivolo sia sulle mani che sulle scarpe e l’uso di zavorre di qualsiasi genere: pena la squalifica immediata.
Nel caso venga rilevata la presenza di zavorre o di sostanze antiscivolo da parte dei giudici anche dopo la tirata, si procederà ugualmente con la squalifica immediata della squadra
Sarà immediatamente squalificata la squadra che lascia di colpo la presa della fune durante la tirata, creando così pericolo per l’incolumità dei concorrenti avversari. In caso di strappo della corda, verrà ripetuta la gara interrotta, con una corda di riserva identica alla prima. L’organizzazione si impegnerà a sostituire la corda dovendone quindi già avere una di riserva.
Le scarpe devono essere normali (cioè come sono messe in vendita) da ginnastica con suola di gomma o di para, purché “originali” e potranno essere basse o a scarponcello. Non sono ammesse elaborazioni alle suole o l’aggiunta di materiali sul fondo della scarpa come per esempio chiodi o simili (esempio le scarpe specialistiche da atletica). Inoltre non sono ammesse suole più alte davanti che dietro. Se l’arbitro rilevasse la non regolarità delle scarpe, devono essere sostituite.
Le magliette indossate dai concorrenti devono essere quelle normali, tipo “fruit”, senza aggiunta di strisce di qualsiasi materiale atte a diminuire l’attrito della corda sul corpo.
Le due squadre vincenti nella prima tirata eliminatoria si misureranno per il primo e il secondo posto, le altre due per il terzo e il quarto.
Il ritiro dalla competizione di una squadra non comporta cambiamenti di posizione o “scalatura” di punteggio, solamente la diretta avversaria del tiro sarà riconosciuta vincitrice della tirata.
In caso di caduta di uno o più concorrenti durante la tirata, l’arbitro addetto intimerà in maniera chiara agli interessati di rialzarsi. Dopo tre intimazioni non ascoltate, i concorrenti caduti saranno squalificati.
Non esiste invasione di campo nel gioco della fune.